Blog

CLASSIC LIST

scarpa-da-padel.jpg
16/Feb/2021

Per chi si dedica con impegno e dedizione alla passione per il Padel, è importante svolgere un lavoro a medio-lungo termine per rinforzare tutte quelle articolazioni maggiormente sollecitate e quindi più soggette al rischio infortuni.

Tra tutte, le articolazioni della caviglia e del ginocchio sono fortemente sollecitate dalle frenate post scatto in avanti/dietro e dai numerosi cambi di direzione.

Ma anche le articolazioni di spalla, per i numerosi sforzi compiuti durante il match, e di gomito, per le eccessive sollecitazioni determinate dalle vibrazioni della racchetta.

Noi del Centro Equilibrium 2.0 abbiamo stilato una periodizzazione della preparazione fisica a questo magnifico sport, al fine di poter ridurre quanto più possibile il rischio infortuni a livello delle regioni degli arti inferiori e superiori, altresì per l’incremento della performance.

Il tutto ha inizio con la somministrazione di test FMS per la valutazione di mobilità, stabilità, controllo motorio e forza del cliente/atleta.

Ma anche con l’ausilio della tecnologia di Tecnobody con test propriocettivi su Prokin252, e test di performance su D-Wall.

È importante, successivamente ai risultati dei test, eseguire workout di mobilità/stabilità e controllo motorio lì dove si evidenziano le maggiori carenze, sia riguardanti l’arto inferiore che il superiore.

Per ciò che concerne l’arto inferiore, vengono proposti esercizi propriocettivi in appoggio bi/monopodalico con l’ausilio di tavolette, skimmy o bozu ed esercizi di mobilità mediante l’ausilio di elastici.

Per poi passare ad esercizi di forza sia catena cinetica aperta che chiusa.

Per quanto concerne le articolazioni di spalla e gomito sono importanti esercizi di intra ed extra-rotazione con bande elastiche per il rinforzo dei muscoli della cuffia dei rotatori e uno sguardo importante al muscolo sovraspinoso spesso soggetto ad infortunio.

 

Detto ciò basta davvero poco per prevenire e divertirsi tanto con questo meraviglioso sport.

Cozzi Giuseppe, Personal Trainer


padel.jpg
12/Feb/2021

Fra tutti gli sport di tendenza che sono denominati “overhead”, ovvero che comportano movimenti ripetuti dell’arto superiore, il padel senza dubbio è quello che più degli altri va sovraccaricare le articolazioni di spalla e di ginocchio.

Il gesto (overhead) viene ripetuto continuamente e si esegue principalmente per gli smash o per le volè ma anche nei semplici dritti e rovesci. Esso mette sotto carico tendini della cuffia dei rotatori della spalla ed i legamenti annessi.

Sono molto frequenti di fatto, delle lesioni parziali dei tendini che non coinvolgono tutto lo spessore del tendine stesso, ma la superficie interna della spalla a contatto con le superfici articolari che scivolano e ruotano rapidamente una sull’altra ad altissime velocità.

Il ginocchio altresì è messo a dura prova da rapidi cambi di direzione, salti ed atterraggi ed i carichi sui menischi si fanno sentire perché possono subire delle piccole e fastidiosissime fissurazioni.

Queste problematiche capitano soprattutto nei soggetti che dopo un periodo di sedentarietà vengono a contatto con questo sport in assenza di preparazione fisica adeguata, passando direttamente dalla scrivania ai campi di Padel.

È necessaria quindi sempre un’adeguata preparazione fisica sia di rinforzo, di stabilità e mobilità a livello articolare nonché muscolare.

Molto spesso tali problematiche insorgono proprio per “un alterato gesto tecnico” cioè mancato coordinamento cinetico fra le varie catene muscolari ed articolari.

Per eseguire infatti una battuta corretta od uno smash o una volè non c’è bisogno solo del sostegno della spalla ma anche di una buona core stability, funzionalità della regione glutea e dei muscoli che abbracciano sia la catena anteriore che posteriore dell’arto inferiore.

Altre volte il gesto ripetitivo eseguito senza un’adeguata preparazione può portare ad un’infiammazione della capsula articolare, la famosa capsulite che consiste in dolore in alcuni movimenti nello spazio e riduzione dello stesso movimento.

Gli strappi o stiramenti muscolari a causa della scarsa preparazione all’attività sportiva scelta sono silenti ma sempre in agguato.

Pertanto la terapia conservativa è estremamente importante ed il lavoro integrato tra fisioterapia e chinesiologia può essere un buon connubio per preparare al meglio il soggetto alla pratica del Padel.

Cozzi Giuseppe, Personal Trainer


EQUILIBRIUM

Il Centro Fisioterapico Equilibrium 2.0 nasce a Pescara con l’ idea di abbinare la terapia manuale al movimento poichè esso è parte fondamentale di qualsiasi processo di guarigione e di mantenimento dello stato di salute.

Copyright by Equilibrium 2.0 srl. Tutti i diritti sono riservati.