Come attuare una tecnica di running economica e prevenire gli infortuni nel runner.

Agosto 6, 2020 by Equilibrium0
runner.jpg

L’economia della tecnica di corsa ha una forte relazione con la running performance.

Infatti modificare i fattori biomeccanici relativi alla tecnica di corsa determina conseguenze per l’economia del gesto motorio. Tra gli scopi di questo articolo ci sono:

  • esaminare i fattori biomeccanici intrinseci ed estrinseci della running economy;
  • valutare i cambiamenti indotti dal training sulla running economy e come questa influenza la biomeccanica;
  • valutare quale tecnica di running economy è consigliabile;
  • discutere le aree potenziali per ricerche future.

Fattori esterni ed interni nella running economy

Basandosi sulle evidenze attuali, i fattori ESTRINSECI di cui sembra beneficiare la running economy sono:

  • l’utilizzo della lunghezza del passo preferita, che consenta una differenza massima del 3% sulla lunghezza tra arto dx e sx;
  • basse oscillazioni verticali (C.O.G.)
  • maggior stiffness di gamba
  • basso momento di inerzia degli arti inferiori (quindi maggior fluidità di movimento);
  • minor angolo di estensione del ginocchio in fase di stacco del piede (foot-off)
  • falcata ampia (angoli maggiori);
  • allineamento delle forze di reazione a terra
  • allineamento dell’asse di gamba durante la propulsione;
  • mantenere il movimento degli arti superiori;
  • bassa co-attivazione muscolare dei muscoli agonisti-antagonisti di coscia
  • bassa attivazione dei muscoli dell’arto inferiore durante la fase di propulsione.

 

Mentre basandosi sulle evidenze attuali, i fattori INTRINSECI di cui sembra beneficiare la running economy sono:

  • adesione tra suola della scarpa e superficie d’appoggio;
  • il barefoot running, ovvero la corsa a piedi nudi (oppure scarpe da running minimali) o scarpe da corsa leggere.

L’importanza dell’analisi biomeccanica della corsa per la running economy

L’analisi biomeccanica della corsa durante il contatto con il terreno, specialmente nella fase di propulsione, sembrerebbe avere forti evidenze dirette riguardanti la running economy.

Questi sono i punti principali emersi da un’importante review scientifica del giornale Sport medicine.

L’analisi biomeccanica della corsa con Walker View

Il laboratorio compatto di analisi della corsa effettua una gait analysis o run analysis, proprio come in un laboratorio di motion capture. L’idea base del team R&D di TecnoBody è stata quella di mettere uno specchio “digitale” frontalmente ad un treadmill super sensorizzato. Questa soluzione ha permesso di integrare in un unico dispositivo tre mondi: La Motion Analysis, La Virtual Reality, e il processo d’apprendimento naturale ed istintivo dello specchio.

Il nostro sistema risponde a questi requisiti ed è una reale evoluzione del classico laboratorio di analisi del movimento:

  • è un laboratorio della corsa semplice e pratico per i trainer, i medici e i fisioterapisti;
  • non necessita di utilizzare markers sul corpo dell’atleta;
  • integra in un singolo sistema la potenza di calcolo di un classico laboratorio di analisi del movimento con la forza d’immediatezza dello specchio.

In questo modo il runner può correggere in tempo reale appoggio e postura, proprio mentre sta correndo e non in post elaborazione.

Il controllo dell’appoggio con Walker View

Il treadmill Walker View è dotato di un nastro sensorizzato a 8 celle di carico.

Questa tecnologia permette la valutazione degli appoggi durante la deambulazione e, grazie alla potente interfaccia software, corregge in tempo reale i parametri dinamici. Al termine del test è possibile stampare il report di Gait Analysis o salvarlo sulla TecnoBody Key personale.

La telecamera 3D di Walker View

La telecamera 3D, posta frontalmente al sistema Walker View, è il cuore di tutto il sistema. Grazie a questo sensore si è potuto realizzare il sogno di molti terapisti e trainer: trasformare il classico specchio, in uno specchio digitale in grado di rilevare ogni singolo movimento angolare del runner, con precisione ed affidabilità. Ciò è possibile grazie alla telecamera 3D di Walker View con due ottiche:

  • una classica per la ripresa 2D in alta risoluzione (HD)
  • una a raggi infrarossi, in grado di ricostruire il corpo del runner in 3D.

Grazie al report di run analysis potrai analizzare i dati relativi alla corsa come:

  • flesso/estensione e inclinazione laterale del busto;
  • comparazione dei gradi articolari di flesso/estensione di anca, ginocchio e caviglia;
  • comparazione dei gradi articolari di flesso/estensione e prono/supinazione della caviglia grazie ai sensori inerziali F-sensor.

Il miglioramento della running economy con Walker View

Grazie alla potente interfaccia software e al nastro sensorizzato il sistema è in grado di eseguire una valutazione degli appoggi durante la deambulazione mostrando in real-time il bio-feedback della corsa.

Ciò permette un miglioramento del controllo posturale, dell’efficacia del gesto motorio e conseguentemente dell’economia della tecnica di corsa.

 

Alcuni importanti parametri che possono essere valutati e confrontati tra arto destro e sinistro sono i seguenti:

  • il tempo medio del passo (cicli/secondo);
  • la lunghezza del passo destro-sinistro (cm);
  • il coefficiente di variazione della lunghezza del passo (%);
  • il tempo di contatto destro-sinistro (secondi);
  • l’oscillazione verticale del COG (cm-%)
  • la percentuale/kg di carico tra arto destro-sinistro scaricata sul tappeto (in percentuale o kg)

L’analisi biomeccanica nel runner per prevenire gli infortuni

In conclusione esistono molti aspetti da valutare per attuare una tecnica di corsa economica ed efficiente, tutti legati anche al rischio di infortuni e non solo all’ottenimento di una performance migliore. Durante il gesto atletico non è semplice far concentrare i runner contemporaneamente su tutti gli aspetti e in alcuni casi potrebbe risultare anche controproducente.

Infatti suggerire di modificare l’assetto della corsa nell’atleta, solo con pochi dettagli del gesto analizzati, può determinare processi biomeccanici che influiscono non solo sull’efficienza della corsa e la sua economicità, bensì anche sul rischio di infortuni.

Un’analisi completa dell’appoggio durante la corsa e della postura dinamica aiuta i professionisti del settore ad impostare piani di esercizi mirati per la prevenzione degli infortuni legati al running e a guidare i runner verso i propri traguardi, liberi da infortuni e alla ricerca della migliore performance.

Scopri di più su Walker View e come costruire il tuo laboratorio compatto di analisi della corsa per i tuoi atleti!

 

 

 

 

http://blog.tecnobody.com/2019/01/07/come-attuare-una-tecnica-di-running-economica/

 


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


EQUILIBRIUM

Il Centro Fisioterapico Equilibrium 2.0 nasce a Pescara con l’ idea di abbinare la terapia manuale al movimento poichè esso è parte fondamentale di qualsiasi processo di guarigione e di mantenimento dello stato di salute.

Copyright by Equilibrium 2.0 srl. Tutti i diritti sono riservati.